L’amore è considerato un potente ed intenso sentimento capace di scoccare senza controllo e scelta tra due persone. Potremmo considerare il tema dell’amore il più trattato e discusso di tutti i tempi, così intenso e forse anche per questo per certi versi spaventoso. Abbandonarsi al suo potere è di certo ammaliante ma necessita di fiducia reciproca e, in assoluto, una sana autostima. L’amore che ci permette di vivere le relazioni in modo equilibrato e sano è, infatti, quello per noi stessi e senza di esso non ci è possibile avvicinarci agli altri senza la paura di venirne feriti o abbandonati. 

Negli anni, le numerose fragilità ed insicurezze con cui ci ritroviamo a far fronte nella quotidianità hanno generato una nuova (o forse no) e comune paura: quella di amare, chiamata anche Filofobia. L’essere umano è naturalmente portato ad evitare il dolore e la sofferenza, per questo a seguito di una delusione amorosa, di una separazione o magari di un tradimento, nasce una automatica paura di riscottarsi ed una conseguente chiusura verso gli altri. Ciò però è spesso di durata temporanea e, una volta rimarginata la ferita, si è pronti a rimettersi in gioco e ad innamorarsi di nuovo. Tuttavia, può capitare che una persona non riesca a lasciarsi andare all’idea dell’amore e se ne tenga lontana, sentendosi al sicuro nel suo evitamento, ma perdendosi in realtà una vasta gamma di emozioni positive. 

La filofobia è infatti una vera e propria fobia che congela il comportamento, i pensieri e le emozioni del soggetto interessato, il quale si sente tremendamente impaurito all’idea di innamorarsi. Ne conseguono talvolta reazioni fisiche come nausea e tachicardia mentre, a livello psicologico, sono frequenti fasi depressive ed ansiose. 

Scavando nel passato del soggetto, non è raro riscontrare famiglie poco accudenti e fredde, tuttavia le cause dietro la filofobia possono essere varie e meritano di essere indagate in sedute di psicoterapia. Un tema importante per il paziente è spesso la riscoperta del suo valore, della sua sicurezza: le persone che entrano nelle nostre vite possono essere dei meravigliosi doni, ma dobbiamo essere pronti a lasciarle andare, consapevoli della bellezza della nostra persona e della nostra vita a prescindere da loro. 

“Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita”.

Dott.ssa Flavia Falasca
Dott.ssa Margherita Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *