Nel nostro lavoro, ci insegnano, non dobbiamo per forza avere passato tutto quello che passano i nostri pazienti per poterli aiutare: Aldo Carotenuto parlava di “feritoia”, una ferita che gli psicologi devono tenere sempre aperta per poter attingere al dolore necessario ad entrare in empatia con l’altro. E questa ferita è la nostra, può essere molto diversa da quella di chi abbiamo davanti, ma la sofferenza è la solita. Così, se io ho sempre vivo e digerito il dolore per il rapporto disfunzionale con mia madre potrò empatizzare con il tormento del pene che non ha più un’ erezione di un mio paziente… ed è l’unico modo per farlo, non avendo io un pene! Il nostro è un mestiere affascianante, ma difficile, perché ci impone di stare costantemente in contatto con le nostre parti oscure. Dobbiamo imparare a convivere con i nostri tormenti ed essere capaci di usarli. ARPES offre diversi momenti formativi che hanno proprio l’obiettivo di accompagnare gli operatori in ambito psicologico a conoscere e gestire le proprie dinamiche emotive in ambito professionale:

  • Supervisione clinica di gruppo
  • Supervisione clinica individuale
  • Gruppi esperienziali
  • Transfert e contro-transfert
  • Il primo colloquio
  • Il contratto terapeutico

Venerdì 25 Novembre 2011: Il Primo Colloquio

Venerdì 16 Dicembre 2011: Il Contratto Terapeutico

Venerdì 20 Gennaio 2012: Transfert e Contro-Transfert

Il prossimo appuntamento avrà come tema Il Primo Colloquio e si terrà il 25 Novembre 2011 dalle ore 15 alle ore 19 presso lo studio ARPES. Ogni singolo modulo avrà una durata di quattro ore (dalle ore 15 alle ore 19) e si terrà presso lo studio ARPES. Il costo di ogni singolo modulo sarà di 60 euro a persona. Per ulteriori informazioni e per le prenotazioni contattare il numero di cellulare 338 820 1529 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12 oppure il numero 06 9893 5186 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 19.